Accedi al sito
Serve aiuto?
image0
image1
image2
image3
image4
image5
image6
image7
image8
image9
image10
image11
image12

ZATOO

ZATOO è l’acronimo delle iniziali pronunciate dei due architetti ideatori del progetto DESIGNSTUDIO, Martina Zappettini e Valerio Tunesi.
Al tempo stesso la parola TOO suggerisce anche l’idea di elasticità variabile aggregativa, quale componente intrinseca determinante della qualità di ogni progetto: l’imprevedibilità e la versatilità rappresentano i caratteri aggiunti da ZATOO DESIGNSTUDIO che esprime la sintesi attuale del percorso affrontato sino ad oggi. 

Il sodalizio, nato negli anni novanta, ha visto portare alla luce numerosi progetti di architettura a scala urbana e territoriale: il filo conduttore è l'obbiettivo di  completezza,  chiarezza sino al dettaglio, sino al design.
Design quale componente stesso essenziale al progetto e viceversa: ogni studio racchiude in se il progetto delle singole parti che, in modo univoco, contribuiscono ognuna al tutto.

All’origine delle scelte espresse dallo studio è la ricerca dell’essenza formale ottenuta da un preciso, complesso e naturale progetto strutturato che, lontano dal prodotto di un gesto formale, si pone come obbiettivi la chiarezza e la semplicità, in ultima analisi la bellezza che ne deriva. Il disegno e la produzione di elementi e componenti di arredo rispecchia il punto di contatto tra l’essere architetti e il momento percettivo-creativo informale, tra disciplina e gioco. 
 
  • Nel 2012 nasce ZATOO DESIGNSTUDIO che sviluppa una precisa ricerca progettuale nel settore del design. 
  • Zatoo all'interno del progetto Artour-O di Ellequadro espone a Londra nell'ottobre 2012 presso lo spazio Ventique a Chelsea, e a Montecarlo presso il CREM (centro residenti esteri) nell'ottobre 2013.
  • A Milano espone presso il Brera Design District, nell'aprile del 2013 e nell'aprile del 2014 e 2015, nel corso dell'esposizione promossa da Promote Design negli ex spazi industriali di zona Lambrate, in coincidenza con il Salone del Mobile di Milano.
  • Nel febbraio 2015, in anteprima per l'annualità si presenta a Milano in via Dante all'interno del progetto espositivo Designcircus e nel maggio dello stesso anno espone presso lo showroom di Rosenthal/Sambonet a New York City, 41 Madison in contemporanea al Design Week newyorkese.
  • Nel 2016 si presenta sul primo portale di ricerca per architettura e design Archiproducts
  • Nel 2017 al Fuorisalone del design week di Milano presenta Lambda e nuove cover per Squaredlayers all'interno del progettodi Basic Cell di Via Tortona 14
  • 2018 ancora al Fuorisalone, all'interno del progettodi Basic Cell di Via Tortona 14, presenta Cilinder Chair oltre a nuovissime elaborazioni di LOOM declinate in tipologie diverse 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Valerio Tunesi

 
Nasce a  Milano 
Si laurea in Architettura  presso la Facoltà di Genova.

Dal 1990  al 1992 svolge attività professionale a Milano presso lo studio dell’architetto Maurice Cerasi, con il quale lavora ai progetti per il disegno di parchi urbani.
Dal 1993  vive e opera a Genova in contatto con diversi studi di architettura e design.
Partecipa a più concorsi nazionali ed internazionali di progettazione architettonica urbana.
Dal 1996 si occupa professionalmente di allestimenti scenografici per eventi culturali e per mostre temporanee e permanenti in ambienti storici, industriali o monumentali.
Cura la progettazione  degli spazi, dell’illuminazione e del sistema espositivo affiancando i curatori scientifici.
Dal 1998 è architetto associato con studio a Genova: ricopre il ruolo di project manager per attività legate alla gestione e progettazione di agenzie bancarie, uffici e sedi amministrative.
In tali anni ha occasione di sviluppare attività pertinenti al design, alla gestione ed alla progettazione di spazi collettivi e privati. 
Nel 2006 è titolare ed amministratore di H2DO Studio di Architettura: attorno allo studio operano diverse figure professionali  che arricchiscono la produzione complessiva con competenze di alto profilo. 
Ricopre il ruolo di project leader per l’amministrazione di gruppi di lavoro su progetti complessi ed è consulente di imprese e studi di progettazione finalizzati a gare per appalto e progetto.  
Martina Zappettini
 
Nasce a Genova
Si laurea in  Architettura presso la Facoltà di Genova.

Si occupa di ricerca nella progettazione architettonica-urbana nell'ambito universitario, collaborando alla didattica con l’architetto Maurice Cerasi.  Partecipa a seminari di architettura:  “Città ai confini, con progetto coordinato da Umberto Riva,  “Napoli: architettura e città - La tangenziale e la città, con progetto coordinato da Max Dudler. Nel 1990 collabora a Genova con “RENZO PIANO BUILDING WORKSHOP”. Dal 1990 al 1995 vive e lavora a Milano, dove collabora con l’architetto Marco Prusicki per la redazione di piani urbanistici, progetti architettonici di carattere pubblico e privato. Si accosta al design, in particolar modo al settore del gioiello, mediante la realizzazione di progetti sviluppati nell’ambito della scultura-orificeria. Dal 1992 partecipa  a concorsi di idee nazionali ed internazionali di progettazione architettonica. Dal 1995 vive e lavora a Genova dove continua l'attività nel settore creativo del gioiello, esponendo presso la Galleria Ellequadro di Genova. Opera nel settore della progettazione architettonica collaborando con studi di Architettura. Dal 1999 collabora con  l’Ente Parco dell’Aveto (GE) in qualità di progettista e coordinatore nell'ambito territoriale del parco. Nel 2006 apre a Chiavari (GE) lo Studio di Architettura  VZ. Svolge attività professionale progettuale, collaborando con enti pubblici e privati per la progettazione architettonica, in particolare, di spazi pubblici.  Opera nel settore grafico, collaborando alla cura di cataloghi relativi ad eventi espositivi del pittore Gianfranco Zappettini.  Si occupa della progettazione di spazi espositivi e del coordinamento di eventi culturali in collaborazione con le Amministrazioni comunali di Genova e Sarzana.